Assistenza domiciliare PDF Stampa E-mail

Il servizio di assistenza domiciliare ha lo scopo di permettere alle persone anziane con limiti di autosufficienza, di rimanere al proprio domicilio, vicino alla famiglia e nella realtà sociale di appartenenza.

assistenza


La Regione Emilia-Romagna risponde alle varie esigenze di anziani e delle loro famiglie con la organizzazione e l´offerta di una qualificata rete di servizi socio-sanitari integrati che prevede anche assistenza domiciliare. 
Ci sono tre tipi di assistenza domiciliare: quella sociale comunale, l´assistenza domiciliare sanitaria e l´assistenza domiciliare integrata.

L´assistenza domiciliare sociale è un servizio dell'Azienda Servizio alla Persona (ASP), in particolare, assistenza per la cura e l´igiene della persona, per la cura dell´alloggio e la gestione degli impegni quotidiani, per l´integrazione sociale, per le attività di segretariato sociale.
Per l´accesso, è necessario rivolgersi agli assistenti sociali del comune con cui viene concordato un piano di assistenza domiciliare che definisce la frequenza delle attività, la durata e la tipologia di prestazioni da assicurare. Per questo servizio è prevista una contribuzione al costo in base al reddito del nucleo famigliare dell´anziano.

L´assistenza domiciliare sanitaria è un servizio che consente di garantire l´assistenza sanitaria ai pazienti presso la loro abitazione per un periodo limitato o continuativo evitando il ricovero ospedaliero.
Riguarda in particolare: malati terminali, malati cronici, malati dimessi da ospedali o strutture residenziali, bambini malati cronici o in stato di grave disagio sociale, disabili gravi, pazienti impossibilitati a camminare, pazienti impossibilitati a raggiungere l´ambulatorio.
E´ attivo, presso il distretto sanitario un punto di riferimento.


L´assistenza domiciliare integrata è un servizio presente in tutti i Distretti sanitari. Fornisce sia prestazioni sanitarie che un sostegno di tipo socio-assitenziale. E´ una forma di assistenza alternativa al ricovero in ospedale o in struttura, consente di mantenere a domicilio le persone non autosufficienti, per favorire il recupero e ritardare la perdita delle capacità residue di autonomia.
Si basa sull´integrazione di figure professionali sanitarie e sociali (MMG, infermieri, medici specialisti, fisioterapisti, assistenti sociali, assistenti di base e con l´ausilio di volontari) e prevede tre livelli di intensità delle cure fornite in relazione ai bisogni assistenziali della persona. Viene elaborato un  piano personalizzato e individuato un responsabile del caso.
L´attivazione del servizio è richiesta nella maggior parte dei casi dal medico di famiglia o fa parte di un percorso da attivare dopo la dimissione  dall´ospedale o da una struttura residenziale.

Gli anziani in difficoltà e i loro familiari possono rivolgersi al Servizio Assistenza Anziani più vicino a casa. I SAA sono presenti in ogni distretto sanitario. Un assistente sociale prende contatto con la persona anziana e compie una prima valutazione della situazione e delle esigenze.

 
Comune di San Felice sul Panaro 2009 ® P.IVA 00668130362